“KazInterPower” Exhibition

KIP_eng

 

We would like to invite your company to take part at 6th International exhibition of equipment and technologies for power engineering and electrical machinery «KazInterPower-2016», which will be held for the in KAZAKHSTAN.

Date: May 24-26, 2016
Venue: Pavlodar city, Kazakhstan (Tennis Center ENERGETIK,1, Konstitucii sq.)

Over 80 exhibitors from diffrent countries like Kazakhstan, Russia, Turkey, Germany, Austria, Switzerland, Belarus, Ukraine, China, Slovenia and ext… will be exhibiting at KazInterPower-2016 exhibition.
Exhibiting at KazInterPower-2016 could be good opportunity to extend your business scope and find new distributors in Kazakhstan.
We will warmly welcome you as participants at the upcoming International specialized exhibitions – KazInterPower-2016!
Per maggiori informazioni rivolgersi ai nostri contatti : info@italkazak.it tel. 02 97964851

Auguri di Buona Pasqua!

pasqua_2016

Convegno in ANIMA con ANIMP e ANIE sulle opportunità in Kazakhstan e Uzbekistan

Il 27 gennaio 2016, le associazioni ANIMA, ANIE E ANIMP hanno organizzato a Milano un seminario sulle “Opportunità di mercato per la filiera impiantistica italiana in Kazakhstan e Uzbekistan”, allo scopo di offrire gli strumenti concreti alle imprese della filiera per avviare lo sviluppo del business in questi mercati.
A presentare le opportunità in Kazakhstan c’erano il Presidente della Camera di   Commercio    italo- kazakha Ing. Paolo Ghirelli e la Segretaria Generale Goulsim Joumagoulova; per il mercato uzbeko erano presenti il Presidente della Camera di Commercio italo- uzbeka Luigi Iperti, insieme ad una delegazione di rappresentanti dell’Ambasciata uzbeka in Roma, guidata dall’attaché commerciale Rustam Kayumov.
Prima di entrare nel vivo delle due principali economie centrasiatiche, è stato presentato uno studio condotto da SDA Bocconi (Armando Cirrincione), con la collaborazione di SupplHI (Giacomo Franchini), riguardo ai mercati di sbocco della filiera Oil & Gas e le performance delle sue imprese, con focus sui comparti “caldareria, valvole e quadri elettrici”: un’approfondita e puntuale analisi sull’andamento del prezzo del barile rispetto ai tre diversi comparti Upstream, Midstream e Downstream ed ai principali mercati di sbocco nel mondo, alla rivoluzione composta dall’ingresso di shale gas/tight oil, delle nuove tecniche di estrazione e dei nuovi attori petroliferi sulla scena mondiale.
L’intero seminario è stato moderato dai rappresentanti di ANIMA (Alessandro Durante, direttore Comunicazione e Marketing), ANIMP (Marco Pepori, Vice Presidente ANIMP) e ANIE (Mariarosaria Fragasso, Responsabile Area internazionalizzazione): le tre associazioni italiane che rappresentano rispettivamente le aziende dell’industria meccanica, impiantistico-componentistica ed elettrotecnico-elettronica, proprio i settori dei quali un mercato ad alti indici di crescita come il Kazakhstan ha bisogno, sta scommettendo ed attrae investimenti per lo sviluppo della propria economia. Nel dibattito che è seguito, sono emerse le esigenze da parte delle due camere di commercio di intervenire in questi mercati in maniera compatta e costante nel tempo, perché si tratta di contesti in cui è necessaria una maggiore continuità e un costante presidio da parte degli italiani.  A questo proposito, si è ricordato che il governo kazako sta promuovendo la creazione di JV tra produttori italiani e kazaki allo scopo di avviare le produzioni industriali sul territorio kazako: a sostegno di questa iniziativa, il livello di Local content richiesto è stato innalzato al 32%.

Oggi il Kazakhstan festeggia 24 anni di indipendenza

IMG-20151216-WA0002

Miliardario americano è disposto a investire nei progetti in Kazakhstan.

jim_rogersL’investitore miliardario Jim Rogers dagli Stati Uniti non esclude la possibilità che investe una parte del suo fondo nei progetti kazaki, scrive “News-Kazakhstan”.

“Sono un investitore internazionale, e ho pensato perchè non investire in Kazakhstan? … Ora è il momento di investire in Kazakhstan. In effetti, in Kazakhstan c’è tanta opportunità di sviluppo e avanzamento. Vorrei investire nel mercato azionario del Kazakhstan. Per esempio, ho investito nel mercato azionario di Mosca e vorrei acquistare azioni della Borsa del Kazakhstan”, – ha detto Rogers nel corso di Forum “Astana Invest-2015”.

“Noi vediamo tutto ciò che fa lo Stato per Astana. In Kazakhstan sono stati sei forum economici, e adesso per la prima volta il forum d’investimento è stato separato dal forum economico, così avremo più tempo, più opportunità di parlare proprio di investimenti”, – ha aggiunto lui.

Il miliardario ha detto che prima aveva letto e sentito tanto di commenti positivi su Astana.

“Ora sono venuto qui e posso confermare questo. E non ho mai visto nella vita mia niente di simile né in Brasile né a Washington. Nessun altra capitale del mondo non può essere confrontata con Astana. Voi state facendo qui qualcosa che non fanno altri paesi. E a me è stato molto interessante come avete raggiunto questi risultatu? Nel corso degli ultimi anni ho notato i cambiamenti molto importanti in Astana e in Kazakhstan“, – ha concluso lui.

A sua volta il sindaco di Astana Adilbek Dzhaksybekov nel corso del forum ha detto che dopo il trasferimento della capitale del Kazakhstan da Almaty ad Astana, solo nella nuova città principale della Repubblica è stato investito oltre 100 milliardi di dollari.
“Parlando con ciascuno di voi, voglio sottolineare che abbiamo un grande numero di industrie attraenti per gli investimenti. Attraverso Astana è possibile entrare nel mercato dell’Asia centrale, e anchè dei grandi vicini: la Russia e la Cina. Astana è pronta a collaborare con tutti le proposte reciprocamente vantaggiose”, – ha detto il capo della capitale rivolgendosi ai partecipanti del forum.

Questa settimana, il presidente Nursultan Nazarbayev ha proposto ai businessman giapponesi di partecipare alla 2° onda di privatizzazione in Kazakhstan.

Kazakistan è salito a 12 punti nella classifica di Doing Business.

doing_businessKazakistan ha preso 41⁰ posto.

La Banca Mondiale e International Finance Corporation ha pubblicato la loro classifica di comfort fare business Doing Business-2016. Secondo il rapporto, durante un’anno il Kazakistan è salito a 12 punti, ed è stato sul 41 posizione, comunica Zakon.kz.

Il leader mondiale del Doing Business già da 10 anni di seguito Singapore. Nel top 10 dei leader sono entrati anche Nuova Zelanda, Danimarca, Corea del Sud, Hong Kong, Regno Unito, Stati Uniti, Svezia, Norvegia e Finlandia.

Dai paesi dell’ex Unione Sovietica le posizioni di primo piano occupano l’Estonia (16° posto), subito dopo Lituania (20), Lettonia (22), Georgia (24), Armenia (35), Bielorussia (44), Russia (51), Moldova ( 52), Azerbaigian (63), Kirghizistan (67), Ucraina (83), l’Uzbekistan (87) e Tagikistan (132).

La ricerca annuale Doing business valuta la comodità di fare affari sulla base di dieci indicatori, cosi’ come la facilità di registrazione delle imprese, l’ottenimento di permessi di costruzione e allacciamenti alle reti elettriche, l’ottenimento del credito, la tutela dei diritti degli investitori di minoranza. Secondo la metodologia, tutti i componenti hanno stesso peso. Per la maggior parte dei paesi, la valutazione è calcolata per una città – in Kazakhstan è Almaty.

La premiazone dei vinctori del concorso nazionale “Halyk marcasy”

21 ottobre 2015 nel quadro di celebrazione della settimana  “Giornata mondiale dell’alimentazione” alla fiera internazionale Expo Milano 2015, nel padiglione della Repubblica del Kazakhstan “EXPO-2015” si è avvenuta la cerimonia della premiazione dei vincitori del concorso nazionale “Halyk markasy” ( più grandi aziende alimentari del Kazakhstan).
Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato:   Liliya Mussina – the Managing Director of National management Holding KazAgro JSC, Nurzhan Altayev – the Deputy Chairman of the National Chamber of Entrepreneurs, Gulnaz Atamkulova – the Chairman of the Board of Agrarian Credit Corporation JSC, Aynur Seytkasimova – the First Deputy Chairman of the Board of KazAgroFinance JSC,  Kairat Bekturgenev- Chairman of the Board  NADLoC (Kazakhstan), Paolo Ghirelli –  President of Italian-Kazakh Chamber of Commerce, Goulsim Joumagoulova – General Secretary of Italian-Kazakh Chamber of Commerce, Luigi Capitani (Cepim S.p.a)  Andrea Zanlari ( Presidente della Camera Di Commercio Parma).

Ghirelli-premiazione
Presidente della CCI-K Ing. Paolo Ghirelli consegna il premio all'”Assam” una delle aziende vincitrici del concorso Nazionale.

Nel corso di questo evento è stato firmato il “Memorandum d’intesa” tra l’Agenzia Nazionale per lo sviluppo del local content “NadLoc” della Repubblica del Kazakhstan rappresentata dal Presidente  Sig. Kairat Bekturgenev e   Ing.Paolo Ghirelli  Presidente della Camera di Commercio Italia-Kazakhstan (AIK)

“EXPO&WOMEN” a Milano

Nel quadro del 1⁰ Forum Internazionale dell’Organizzazione  « EXPO&WOMЕN “, organizzato con il supporto della Commissione Nazionale per gli Affari delle donne, della famiglia e  politica demografica sotto la guida del Presidente della Repubblica del Kazakhstan Nursultan Nazarbayev, JSC “National company “EXPO-2017”, “ e dal “ Programma di sviluppo delle Nazioni Unite in Kazakistan”, sul tema “Energia del futuro: donne, business e l’economia globale”, che si è tenuto dal 19-21 ottobre 2015 a Milano  nei padiglioni della fiera internazionale EXPO-2015, la Camera di Commercio Italo-Kazaka (AIK) e l’Organizzazione Internazionale “Expo & Women” della Repubblica del Kazakhstan hanno firmato un “Memorandum d’intesa”  per coinvolgere le imprese italiane a partecipare alla Fiera Internazionale “Astana Expo 2017” sul tema “Future Energy”, così come per raggiungere una partenship con le associazioni imprenditrici e donne d’Italia, dove  e  gia’ stata vissuta l’esperienza di svolgimento del grande evento Expo 2015 .

Kazakhstan è entrato ufficialmente nell’OMC

kz_wtoLunedi’, 27 luglio a Ginevra, il presidente del Kazakhstan Nursultan Nazarbayev e CEO dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), Roberto Azevedo ha firmato il protocollo di adesione della Repubblica all’OMC, comunica Tengrinews.kz citando il servizio stampa del Capo dello Stato. Così, il Kazakistan ha ufficialmente aderito all’OMC.

Visita a Milano a EXPO 2015 del Presidente della Repubblica del Kazakhstan Nursultan Nazarbayev

Business Forum IT-KZ 1Durante la visita in Italia del Presidente della Repubblica del Kazakhstan Nursultan Nazarbayev, è stato organizzato un Forum economico che ha visto la partecipazione di oltre duecento imprese, presso l’Expo di Milano, e la firma di numerosi memorandum tra controparti italiane e kazake, in presenza di ministri e, soprattutto, dei massimi rappresentanti di Stato (appunto il presidente Nazarbayev ed il presidente del Consiglio Renzi) sui principali settori dell’economia kazaka.

Alla vigilia del Forum, si è volto presso la sede di Anima un premeeting con Bonatti, con la Camera di commercio italo kazaka (rappresentate dall’Ing. Ghirelli), l’Agenzia kazaka per l’Export e gli investimenti Kaznex Invest rappresentata da Ms. Ergasiyeva, l’Agenzia nazionale kazaka per lo sviluppo del Local content NADLoC guidata e presentata da Mr Khairat Bekturgenev, l’Associazione kazaka dei costruttori meccanici UMMK con il presidente e deputato parlamentare Mr Psembayev insieme con il vicepresidente Mr Altayev e il Responsabile della Special Economic Zone di Astana “SEZ Astana New City” Mr Aliyev. Anima è la federazione delle
associazioni dell’Industria meccanica italiana e per essa ha moderato l’intero dibattito il presidente Alberto Caprari.
Ms. Ergasiyeva ha illustrato le principali misure di supporto agli investimenti esteri in Kazakhstan per i primi dieci anni: a partire
della riduzione delle imposte, con il 30% di recupero degli investimenti a partire dai primi 20 milioni impegnati, uno 0% di dazi doganali se riguardano i macchinari necessari alla produzione; il personale può essere inizialmente 100% non kazako; e non ci sarà bisogno di visti di ingresso per dieci paesi di provenienza tra i quali l’Italia. Il secondo pacchetto di misure prevede lo sviluppo delle infrastrutture presso dieci SEZ. Le opportunità aumentano se si pensa all’area circostante, ai mercati limitrofi toccati dall’unione doganale eurasiatica ma anche da quelli asiatici: a sei ore di distanza dal Kazakhstan si raggiunge un bacino di 3,3 miliardi di consumatori (Russia, Cina, India, Corea, Sud-Est asiatico, Europa, ecc.). Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.kaznextinvest.kz.
Il responsabile dell’Associazione dei produttori di macchinari, Pshembayev, ha illustrato le partnership con General Electric,
Alstom, Talgo, Eurocopter, Ford, Chevrolet, Skoda, Hyundai e FIAT Iveco. Pshembayev ha illustrato la classifica che vede il
Kazakhstan primeggiare nella top ten mondiale della produzione Oil&Gas, secondo produttore al mondo di uranio, secondo di farina, nella top 10 di grano, nella top 5 di metalli quali il rame e altri metalli non ferrosi.

Il rappresentante della SEZ Astana New City ha illustrato le facilitazioni per gli investitori in zona franca: 0% Corporate tax, 0% tassa sui terreni, 0% tasse doganali, 0% tasse di proprietà, fino a 16 soluzioni di facilitazioni all’investimento estero che hanno già accolto GE, Alstom, Paramount (Sudafrica), Mass da Bielorussia. La SEZ si estende su 7600 ettari di cui ca.600 per un parco con 55 progetti già attivi, un altro da 433 ha con nuovi progetti in arrivo e, nell’insieme, ha sedici tipologie di permessi di attività già attivati.

IL BUSINESS FORUM E LA FIRMA DEI MEMORANDUM DI INTESA TRA ITALIA E KAZAKHSTAN

Business Forum IT-KZ 2Ancora più partecipanti hanno affollato gli spazi di cerimonia di apertura del Kazakhstan National Day in Expo, a partire dal
momento dell’alzabandiera, durante il quale il presidente Nazarbayev ha salutato e ringraziato tutti i presenti, ricordando l’importante e prolifica amicizia che regge tra Italia e Kazakhstan. Successivamente, presso l’Auditorium del Palazzo Italia sono stati firmati, alla presenza delle rispettive autorità, venticinque memorandum tra enti ed imprese kazaki ed aziende italiane. Tra tutti ricordiamo quelli tra :

o Eni e Kazmunaigas per lo sviluppo del giacimento petrolifero caspico di Isatay (presenti i CEO Descalzi e Mynbayev);
o Tenaris e il Ministero degli Investimenti kazako per un investimento di 40 mln di dollari per la costruzione di un’unità produttiva nella città di Aktau (presente alla firma il patron Gianfelice Rocca);
o Cremonini e il Ministero degli Investimenti kazako per l’apertura attraverso la controllata Inalca del più grande impianto di trattamento carni dell’Asia;
o Italcementi e il ministero/Kaznex Invest per l’investimento del gruppo italiano di 100 milioni di dollari per il rinnovo di uno stabilimento a Shymkent (presente alla firma il pres. Pesenti);
o Bonatti e AVZ – Almaty Ventilator Factory- per la realizzazione di servizi di saldatura automatica su pipeline di grandi dimensioni mediante sistemi Bonatti di ultima generazione;
o Bonatti e Viganò per la produzione di mobili e arredi ad uso industriale;
o Anima e SEZ Astana New City per una collaborazione nel ramo della meccanica varia o Limonta e NADLoC per lo sviluppo dell’industria del tessile per arredamento
o UPI Unione Parmense Industriali e NADLoC per lo sviluppo di trasferimento di know-how e di competenze su vari settori di punti dell’industria parmense
o SSICA Stazione Sperimentale Industria delle Conserve Alimentari e NADLoC per il trasferimento di know-how e tecnologie nel comparto agroalimentare

La giornata si è conclusa con un rinfresco presso il Padiglione Kazakhstan e con un concerto presso l’Auditorium Concert Hall
con le principali star kazake della musica sinfonica, della lirica (tra le quali il giovane talento internazionale Marya Mudryak).