Kazakistan: Italy signs agreement on participation in Expo 2017

essimov_ravagnanAstana, Jul 25 – Italy has officially signed the agreement on participation in Astana EXPO 2017 and on the establishment of Italian Pavilion. Stefano Ravagnan,
the ambassador of Italy to Kazakhstan, and Akhemtzhan Yessimov, the chairman of Astana EXPO 2017, have officially signed this morning the participation agreement at the procedure in the site of exhibition in the capital of Kazakhstan. Yessimov noted that Kazakhstan carefully studied the experience of Milano EXPO 2015 in the preparation for the Astana EXPO 2017. He stressed that 94 countries agreed to participate in the exhibition. Ravagnan noted that Italian Pavilion in Astana EXPO 2017 could attract much interest from Italian companies and business. “Now we are starting the project. I proposed to open the special website dedicate to the promotion of the Italian Pavilion. We are going have some meetings in Rome now”, ambassador noted on the current progress of Italy participation in EXPO 2017. “Many people will come for the first time to Kazakhstan. Numerous companies and people will come here who deal with Central Asia in such fields as energy, food, machinery. Astana EXPO 2017 is the platform”, the Italian ambassador stated. The Italian Ambassador also commented that the Astana EXPO 2017 differed from Milano EXPO 2015 in some important aspects such as Astana EXPO 2017 being a thematic exhibition with shorter duration (just 3 months). Ravagnan concluded that hosting such major exhibition could a bit of challenge for Kazakhstan who did not have much experience in organizing such international events.

 

Astana, 25 lug. – L’ambasciatore italiano in Kazakistan, Stefano Ravagnan, ha firmato l’accordo di partecipazione dell’Italia ad Astana Expo 2017. Come ha sottolineato durante la cerimonia il presidente di Astana Expo 2017, Akhemtzhan Yessimov, il Kazakistan ha attentamente studiato l’esperienza di Milano 2015 nella preparazione dell’esposizione universale nel Paese centro-asiatico. Finora, ha aggiunto, sono 94 i Paesi che hanno confermato la loro adesione.
L’evento sara’ un’occasione per le aziende italiane, ha sottolineato Ravagnan in un’intervista all’AGI. “Stiamo avviando il progetto, ho proposto di aprire un sito web speciale dedicato alla promozione del Padiglione Italia”. “Molte persone verranno per la prima volta in Kazakistan, numerose aziende che si occupano di energia, alimentare, macchinari. Astana Expo 2017 e’ la piattaforma”, ha aggiunto.
L’esposizione, che si sviluppera’ su un sito di 25 ettari, si aprira’ il 10 giugno 2017 e restera’ aperta al pubblico per tre mesi. Il tema scelto, Future Energy, affronta la questione dell’energia da diverse prospettive, esplorando strategie, programmi e tecnologie per la sostenibilita’, sicurezza ed efficienza energetica, incoraggiando l’uso delle rinnovabili. Tre i macrotemi intorno ai quali ruotera’ la manifestazione: garantire a tutti l’accesso all’energia, produrla limitando le emissioni di Co2 e migliorare l’efficienza del settore.

Investitori esteri e la nuova produzione in Kazakistan

Con la partecipazione di investitori esteri si avviano le costruzioni di nuovi impianti di produzione in Kazakistan.
Il Ministro per gli investimenti e lo sviluppo, Asset Issekeshev, ha tenuto una riunione sulla realizzazione di progetti di investimenti  nel 2016.
Alla riunione hanno partecipato i vice sindaci di regioni e rappresentanti di NPP, IA
«NewTimes.kz» con riferimento al servizio stampa del MONDO RK.
Secondo il ministro, nonostante la difficile situazione economica, i piani per la messa in funzione di nuovi impianti di produzione in Kazakhstan  perl’anno in corso non
cambieranno.
Con il lancio di 120 nuovi impianti, creerà circa 14 mila posti di lavoro.
Secondo informazioni MIR del Kazakhstan, è previsto avvio nel industria metalmeccanica ­ 20 progetti nel settore chimico e petrolchimico ­ 15 nella  metallurgia ­ 5 nell’industria alimentare ­ 30 nel settore edile ­ 30 progetti .., ecc
Di questi, 25 progetti sono in corso di attuazione nella ZES, 30 progetti con la partecipazione di investitori esteri.
Diverse compagnie straniere, secondo il ministero, hanno già iniziato i loro progetti in Kazakhstan.
«Tenaris ­ multinazionale italiana, sta attuando un progetto per la produzione di tubi dell’olio con giunti premium. 14,6 miliardi di tenge di investimenti esteri nel progetto, creerà 90 posti di   lavoro.
Sulla FEZ ( Free Economic Zone) “Astana ­ città nuova” inizierà la produzione  di prodotti di carta per scopi sanitari , con la partecipazione di investitori turchi Ipek Kagit. L’ammontare degli investimenti ­ 3,4 miliardi di tenge, creerà 85 posti di lavoro.
Nell’industria alimentare la società russa EFKO  sta pianificando in diverse aree di attuazione per la realizzazione di progetti di produzione di oli e grassi.
Quest’anno iniziera’ la produzione in Almaty. L’ammontare degli investimenti ­ 9,6 miliardi di tenge creerà 635 posti di lavoro.
Inoltre, nel 2016 e’ iniziata la realizzazione di 60 progetti con la partecipazione di investitori esteri.
Ad esempio, nell’industria chimica della multinazionale russa EuroChem   ha iniziato a costruire un complesso per la produzione di concimi minerali in Zhanatas. Il volume degli investimenti pari a $ 1,2 miliardi di dollari.
L’anno scorso, la società ha completato la prima fase ­ la costruzione della miniera e hanno già investito 155.000.000 $ di investimenti privati, così come $ 18 milioni per lo sviluppo sociale delle città di Karatau e Zhanatas.
In industria automobilistica, realizzerà progetti di assemblaggio di veicoli JAC, IVECO  nella sede di SaryarkaAvtoProm  città di Kostanay.
Nel industria edile inizierà la costruzione di un impianto per la produzione di tubi in acciaio saldati di grande diametro LLP «Asia Steel Pipe Company» ad Almaty, in collaborazione con investitori cinesi­ Ha comunicato RK MONDO.

“KazInterPower” Exhibition

KIP_eng

 

We would like to invite your company to take part at 6th International exhibition of equipment and technologies for power engineering and electrical machinery «KazInterPower-2016», which will be held for the in KAZAKHSTAN.

Date: May 24-26, 2016
Venue: Pavlodar city, Kazakhstan (Tennis Center ENERGETIK,1, Konstitucii sq.)

Over 80 exhibitors from diffrent countries like Kazakhstan, Russia, Turkey, Germany, Austria, Switzerland, Belarus, Ukraine, China, Slovenia and ext… will be exhibiting at KazInterPower-2016 exhibition.
Exhibiting at KazInterPower-2016 could be good opportunity to extend your business scope and find new distributors in Kazakhstan.
We will warmly welcome you as participants at the upcoming International specialized exhibitions – KazInterPower-2016!
Per maggiori informazioni rivolgersi ai nostri contatti : info@italkazak.it tel. 02 97964851

Auguri di Buona Pasqua!

pasqua_2016

Convegno in ANIMA con ANIMP e ANIE sulle opportunità in Kazakhstan e Uzbekistan

Il 27 gennaio 2016, le associazioni ANIMA, ANIE E ANIMP hanno organizzato a Milano un seminario sulle “Opportunità di mercato per la filiera impiantistica italiana in Kazakhstan e Uzbekistan”, allo scopo di offrire gli strumenti concreti alle imprese della filiera per avviare lo sviluppo del business in questi mercati.
A presentare le opportunità in Kazakhstan c’erano il Presidente della Camera di   Commercio    italo- kazakha Ing. Paolo Ghirelli e la Segretaria Generale Goulsim Joumagoulova; per il mercato uzbeko erano presenti il Presidente della Camera di Commercio italo- uzbeka Luigi Iperti, insieme ad una delegazione di rappresentanti dell’Ambasciata uzbeka in Roma, guidata dall’attaché commerciale Rustam Kayumov.
Prima di entrare nel vivo delle due principali economie centrasiatiche, è stato presentato uno studio condotto da SDA Bocconi (Armando Cirrincione), con la collaborazione di SupplHI (Giacomo Franchini), riguardo ai mercati di sbocco della filiera Oil & Gas e le performance delle sue imprese, con focus sui comparti “caldareria, valvole e quadri elettrici”: un’approfondita e puntuale analisi sull’andamento del prezzo del barile rispetto ai tre diversi comparti Upstream, Midstream e Downstream ed ai principali mercati di sbocco nel mondo, alla rivoluzione composta dall’ingresso di shale gas/tight oil, delle nuove tecniche di estrazione e dei nuovi attori petroliferi sulla scena mondiale.
L’intero seminario è stato moderato dai rappresentanti di ANIMA (Alessandro Durante, direttore Comunicazione e Marketing), ANIMP (Marco Pepori, Vice Presidente ANIMP) e ANIE (Mariarosaria Fragasso, Responsabile Area internazionalizzazione): le tre associazioni italiane che rappresentano rispettivamente le aziende dell’industria meccanica, impiantistico-componentistica ed elettrotecnico-elettronica, proprio i settori dei quali un mercato ad alti indici di crescita come il Kazakhstan ha bisogno, sta scommettendo ed attrae investimenti per lo sviluppo della propria economia. Nel dibattito che è seguito, sono emerse le esigenze da parte delle due camere di commercio di intervenire in questi mercati in maniera compatta e costante nel tempo, perché si tratta di contesti in cui è necessaria una maggiore continuità e un costante presidio da parte degli italiani.  A questo proposito, si è ricordato che il governo kazako sta promuovendo la creazione di JV tra produttori italiani e kazaki allo scopo di avviare le produzioni industriali sul territorio kazako: a sostegno di questa iniziativa, il livello di Local content richiesto è stato innalzato al 32%.

Oggi il Kazakhstan festeggia 24 anni di indipendenza

IMG-20151216-WA0002

Miliardario americano è disposto a investire nei progetti in Kazakhstan.

jim_rogersL’investitore miliardario Jim Rogers dagli Stati Uniti non esclude la possibilità che investe una parte del suo fondo nei progetti kazaki, scrive “News-Kazakhstan”.

“Sono un investitore internazionale, e ho pensato perchè non investire in Kazakhstan? … Ora è il momento di investire in Kazakhstan. In effetti, in Kazakhstan c’è tanta opportunità di sviluppo e avanzamento. Vorrei investire nel mercato azionario del Kazakhstan. Per esempio, ho investito nel mercato azionario di Mosca e vorrei acquistare azioni della Borsa del Kazakhstan”, – ha detto Rogers nel corso di Forum “Astana Invest-2015”.

“Noi vediamo tutto ciò che fa lo Stato per Astana. In Kazakhstan sono stati sei forum economici, e adesso per la prima volta il forum d’investimento è stato separato dal forum economico, così avremo più tempo, più opportunità di parlare proprio di investimenti”, – ha aggiunto lui.

Il miliardario ha detto che prima aveva letto e sentito tanto di commenti positivi su Astana.

“Ora sono venuto qui e posso confermare questo. E non ho mai visto nella vita mia niente di simile né in Brasile né a Washington. Nessun altra capitale del mondo non può essere confrontata con Astana. Voi state facendo qui qualcosa che non fanno altri paesi. E a me è stato molto interessante come avete raggiunto questi risultatu? Nel corso degli ultimi anni ho notato i cambiamenti molto importanti in Astana e in Kazakhstan“, – ha concluso lui.

A sua volta il sindaco di Astana Adilbek Dzhaksybekov nel corso del forum ha detto che dopo il trasferimento della capitale del Kazakhstan da Almaty ad Astana, solo nella nuova città principale della Repubblica è stato investito oltre 100 milliardi di dollari.
“Parlando con ciascuno di voi, voglio sottolineare che abbiamo un grande numero di industrie attraenti per gli investimenti. Attraverso Astana è possibile entrare nel mercato dell’Asia centrale, e anchè dei grandi vicini: la Russia e la Cina. Astana è pronta a collaborare con tutti le proposte reciprocamente vantaggiose”, – ha detto il capo della capitale rivolgendosi ai partecipanti del forum.

Questa settimana, il presidente Nursultan Nazarbayev ha proposto ai businessman giapponesi di partecipare alla 2° onda di privatizzazione in Kazakhstan.

Kazakistan è salito a 12 punti nella classifica di Doing Business.

doing_businessKazakistan ha preso 41⁰ posto.

La Banca Mondiale e International Finance Corporation ha pubblicato la loro classifica di comfort fare business Doing Business-2016. Secondo il rapporto, durante un’anno il Kazakistan è salito a 12 punti, ed è stato sul 41 posizione, comunica Zakon.kz.

Il leader mondiale del Doing Business già da 10 anni di seguito Singapore. Nel top 10 dei leader sono entrati anche Nuova Zelanda, Danimarca, Corea del Sud, Hong Kong, Regno Unito, Stati Uniti, Svezia, Norvegia e Finlandia.

Dai paesi dell’ex Unione Sovietica le posizioni di primo piano occupano l’Estonia (16° posto), subito dopo Lituania (20), Lettonia (22), Georgia (24), Armenia (35), Bielorussia (44), Russia (51), Moldova ( 52), Azerbaigian (63), Kirghizistan (67), Ucraina (83), l’Uzbekistan (87) e Tagikistan (132).

La ricerca annuale Doing business valuta la comodità di fare affari sulla base di dieci indicatori, cosi’ come la facilità di registrazione delle imprese, l’ottenimento di permessi di costruzione e allacciamenti alle reti elettriche, l’ottenimento del credito, la tutela dei diritti degli investitori di minoranza. Secondo la metodologia, tutti i componenti hanno stesso peso. Per la maggior parte dei paesi, la valutazione è calcolata per una città – in Kazakhstan è Almaty.

La premiazone dei vinctori del concorso nazionale “Halyk marcasy”

21 ottobre 2015 nel quadro di celebrazione della settimana  “Giornata mondiale dell’alimentazione” alla fiera internazionale Expo Milano 2015, nel padiglione della Repubblica del Kazakhstan “EXPO-2015” si è avvenuta la cerimonia della premiazione dei vincitori del concorso nazionale “Halyk markasy” ( più grandi aziende alimentari del Kazakhstan).
Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato:   Liliya Mussina – the Managing Director of National management Holding KazAgro JSC, Nurzhan Altayev – the Deputy Chairman of the National Chamber of Entrepreneurs, Gulnaz Atamkulova – the Chairman of the Board of Agrarian Credit Corporation JSC, Aynur Seytkasimova – the First Deputy Chairman of the Board of KazAgroFinance JSC,  Kairat Bekturgenev- Chairman of the Board  NADLoC (Kazakhstan), Paolo Ghirelli –  President of Italian-Kazakh Chamber of Commerce, Goulsim Joumagoulova – General Secretary of Italian-Kazakh Chamber of Commerce, Luigi Capitani (Cepim S.p.a)  Andrea Zanlari ( Presidente della Camera Di Commercio Parma).

Ghirelli-premiazione
Presidente della CCI-K Ing. Paolo Ghirelli consegna il premio all'”Assam” una delle aziende vincitrici del concorso Nazionale.

Nel corso di questo evento è stato firmato il “Memorandum d’intesa” tra l’Agenzia Nazionale per lo sviluppo del local content “NadLoc” della Repubblica del Kazakhstan rappresentata dal Presidente  Sig. Kairat Bekturgenev e   Ing.Paolo Ghirelli  Presidente della Camera di Commercio Italia-Kazakhstan (AIK)

“EXPO&WOMEN” a Milano

Nel quadro del 1⁰ Forum Internazionale dell’Organizzazione  « EXPO&WOMЕN “, organizzato con il supporto della Commissione Nazionale per gli Affari delle donne, della famiglia e  politica demografica sotto la guida del Presidente della Repubblica del Kazakhstan Nursultan Nazarbayev, JSC “National company “EXPO-2017”, “ e dal “ Programma di sviluppo delle Nazioni Unite in Kazakistan”, sul tema “Energia del futuro: donne, business e l’economia globale”, che si è tenuto dal 19-21 ottobre 2015 a Milano  nei padiglioni della fiera internazionale EXPO-2015, la Camera di Commercio Italo-Kazaka (AIK) e l’Organizzazione Internazionale “Expo & Women” della Repubblica del Kazakhstan hanno firmato un “Memorandum d’intesa”  per coinvolgere le imprese italiane a partecipare alla Fiera Internazionale “Astana Expo 2017” sul tema “Future Energy”, così come per raggiungere una partenship con le associazioni imprenditrici e donne d’Italia, dove  e  gia’ stata vissuta l’esperienza di svolgimento del grande evento Expo 2015 .