admin

La nuova Via della Seta

IMG_2731

Presidente della CCIK – Ing. Paolo Ghirelli

Il 24 ottobre 2017 presso gli uffici di Confindustria di Roma si è svolto Convegno sul tema “LA NUOVA VIA DELLA SETA” organizzato da CePIM spa   Interporto di Parma (CEO Ing. Luigi Capitani) con il supporto della Camera di Commercio Italo-Kazaka.

L’obiettivo del Convegno è quello di fare il punto sullo stato delle iniziative internazionali relative alla Silk Road, attraverso testimonianze di vari operatori ed istituzioni internazionali direttamente interessati. Inoltre si vogliono evidenziare sviluppi e trend futuri individuando un percorso per una veste “più italiana” della Via della Seta mediante il coinvolgimento anche della parte meridionale della nostra penisola.
Al convegno è stato presentato il progetto del Centro internazionale per la cooperazione transfrontaliera “Khorgos”.

Il progetto è stato presentato dalla sig.ra Goulsim Joumagoulova, segretario generale della CCIK.

Il progetto è mirato per facilitare gli scambi commerciali con la Cina e, soprattutto, per sviluppare il potenziale di transito di entrambi i paesi, che facilita l’attuazione pratica del progetto del corridoio transcontinentale “Europa occidentale – Cina occidentale”.

Alla parte kazaka del Centro “Khorgos” in questo momento è stato assegnato lo status di una “Zona Economica Speciale” con un certo pacchetto di incentivi fiscali.

I partecipanti della Special Economic Zone di “Khorgos” hanno delle particolari agevolazioni fiscali.

Attraverso Il Centro “Khorgos” passano due corridoi internazionali: il corridoio automobilistico “Europa Occidentale – Cina Occidentale” e il corridoio ferroviario.

Inoltre, si sta sviluppando attivamente una Zona Economica Speciale “Khorgos – Eastern Gate” con le zone industriale e di logistica e il “Dry Port”, che già fornisce i servizi di trasporto merci.

Per il business degli Stati membri dell’UE, il Centro è molto attraente, innanzitutto, come progetto di investimento e l’accesso al mercato miliardario di Cina per la commercializzazione dei propri prodotti.

Si tratta di un progetto di cooperazione transfrontaliera commerciale economica, finalizzato ad un ampio coinvolgimento di ambienti d’affari dell’Unione europea.

La Presentazione KHORGOS .

Per ulteriori informazioni rivolgersi ai seguenti contatti:

Goulsim Joumagoulova

e-mail: info@italkazak.it

tel: +39 02 9796 4851

mob: +39 3382200957

V INTERNATIONAL INVESTMENT FORUM “AKTOBE INVEST 2017”

V INTERNATIONAL INVESTMENT FORUM “AKTOBE INVEST 2017”

V International investment forum AKTOBE INVEST 2017 will be held on October 12-13, 2017
in Aktobe.
The main objective of the Investment Forum is to present the investment potential of the region, to promote its favorable investment image and stimulate the flow of domestic and foreign investments into the economy of the Aktobe region. At the sites of the forum will be presented and discussed the advantages of the region for business, long-term projects for investment, the issues of economic growth in the realities of the world economy, the output of agricultural products for the foreign markets and the integration within the Eurasian Economic Union.

The Forum consistently attracts hundreds of government representatives and officials, institutional investors, business leaders, elected officials, investment research analysts, and investment professionals.
Within the framework of the Forum, guests will be able to act as a speakers at the Plenary session or at one of the panel sessions, as well as visit the industrial zone “Aktobe”. The industrial zone is located on an area of ​​200 hectares and has all the necessary engineering and communication infrastructure, access roads for road and rail transport and low cost of energy resources. To date, 49% of the territory of the industrial zone is already occupied by investors, it is projected that free land plots that have all the necessary infrastructure will be fully occupied by industrial facilities in 2018.
The Aktobe region is an investment-attractive one due to the unique combination of an advantageous economic-geographical position, huge industrial potential as well as the provision of transport and communication systems. In the national rating “Doing Business” the Aktobe region ranks second in ease of doing business in Kazakhstan, and the third largest in the field of foreign investment in fixed assets in the Republic of Kazakhstan over the past five years. It is also noteworthy that in the overall rating of ease of doing business, Kazakhstan ranks 35th in the world and in term of “protection of minority investors” – the third place out of 190 countries.
Currently the mineral and raw materials base of the Aktobe region has 340 deposits, more than 700 operating foreign enterprises are located on the territory of the region.
For information and details on registering for the “Aktobe Invest 2017” to be held 12-13 October in Aktobe, visit the www.investinaktobe.kz  or contact at +7-701-7308077 Mrs. Naghira or e-mail: naghira_z@mail.ru info@italkazak.it +39 338-2200957.

Presentation of Aktobe region

KPO invitation WestKazInvest Forum 2017

KPO invitation_WestKazInvest Forum 2017

The Italian Kazakh Chamber of Commerce (CCIK) being a key partner for KPO in regards of development cooperation with interested Italian companies for local content and partnerships development are invited to upcoming annual “WestKazInvest-2017”, an International Investment Forum that will take place on 27-28th September 2017 in Uralsk, West Kazakhstan oblast, Kazakhstan.

WestKazInvest is a platform for the establishment of mutually beneficial cooperation between West Kazakhstan oblast (WKO) companies and international companies that would like to provide their goods, works and services and expand their businesses.

On the 28 Sep 2017, there will be Oil and Gas session, where most of key Oil and Gas operators such as KPO, TCO and NCOC are invited to make speeches. The preliminary agenda is attached.

KPO being a key supporter of the WestKazInvest forums, would like to recommend to reserve 27-28 September 2017 in your diaries for visiting Uralsk, Kazakhstan in order to allow yourselves to become familiar with local capabilities and identify business opportunities in the West Kazakhstan oblast.

For more information about last year’s WestKazInvest forum, please visit their web-site http://westkazinvest.kz/en/. You may also find further details on the West Kazakhstan Oblast via http://bko.gov.kz/en/information-for-investors-and-tourists/

Please confirm your and your colleagues participation and we remain open to any Italian companies and Associations whose participation  by email to LCReport@kpo.kz call: +7 (7172) 59 1672 ext. 5028/5056 and info@italkazak.it  call: +39 338 2200957 mrs. Goulsim Joumagoulova.

приглашение от акимата ЗКО

WestKazInvest 2017 program_as of 9.09.2017 EN 

 

 

EXPO 2017 “Future Energy” Astana – INVITO AL “SUSTAINABILITY FORUM” / INVITATION TO “SUSTAINABILITY FORUM”/ Приглашение на “Форум по Устойчивому Развитию”

Gentilissimi,

nell’ambito della Settimana di protagonismo della Regione Emilia-Romagna che si terrà dal 3 al 10 settembre all’EXPO 2017 di Astana in Kazakistan, il Padiglione Italia ospiterà il “SUSTAINABILITY FORUM”. L’evento, articolato in 4 seminari, sarà scandito da testimonianze sul tema della Green Economy da parte di rilevanti rappresentanti istituzionali e di prestigiose realtà imprenditoriali regionali e nazionali.

 Vi inviamo a visitare il sito dedicato www.sustainabilityforum.it, da cui accedendo è possibile iscriversi ai  seminari e visualizzare il programma.

Con preghiera di diffusione, anche del programma degli eventi che vi alleghiamo, siamo a disposizione per eventuali informazioni.

 Vi aspettiamo

Il team di ERVET,  Emilia-Romagna Valorizzazione Economica del Territorio

                                                                                                               ***

 Dear Sir or Madam,

during the Emilia-Romagna Regional Week at the Expo 2017 of Astana in Kazakhstan, the Italian Pavilion will host the international  “SUSTAINABILITY FORUM”. The event will comprise four workshops, focusing on Green Economy issues, with the active participation of regional and national institutions and companies.

Please visit the website www.sustainabilityforum.it to consult the agenda and register to the workshops. We kindly ask you to forward this invitation to whom it may concern.

We stay at your disposal for more information.

 

Looking forward to meeting you in Astana

                                                                                                           ***

Уважаемые посетители,

В рамках Недели  в качестве протагониста

Региона Эмилии-Романьи, которая будет проходить с 3 по 10 сентября на EXPO 2017 в Астане в Казахстане, в Итальянском Павильоне  будет проведен   «ФОРУМ ПО УСТОЙЧИВОМУ РАЗВИТИЮ».

Мероприятие, разделенное на 4 семинара, будет посвящено Зеленой Экономике и на нем выступят высокопоставленные представители руководящих институтов и престижных предприятий, как регионального, так и национального уровня.

Приглашаем Вас посетить посвященный ему сайт www.sustainabilityforum.it, войдя на который, можно записаться на семинары и посмотреть программу.

Ждем вас,

ERVET, Региональное Агентство Эмилии-Романьи по Развитию

Download “Programma Astana A4_ENG_10.pdf”

Скачать “Programma Astana A4_RUS_7.pdf”

KPO & The Italian Manufacturers

1Si è appena conclusa a Milano la giornata organizzata per illustrare le opportunità di business per le aziende italiane nella Regione del West Kazakhstan, la cui principale fonte economica proviene dallo sfruttamento del maxi-giacimento di Karachaganak, ai confini con la Russia e che è operato dal consorzio petrolifero internazionale KPO (Karachaganak Petroleum Operating B.V. – a maggioranza Eni e Shell).

L’evento, organizzato dalla Camera di Commercio Italo Kazaka alla guida del Presidente Ing. Paolo Ghirelli, è stato ospitato presso il prestigioso Palazzo Giureconsulti, sede della Camera di Commercio di Milano. Di primo piano, la partecipazione dei vertici della Regione West Kazakhstan (dal governatore Mr. Altai Kuginov al vicegovernatore Mr. Igor Steksov, dall’ispettore Mr. Temirbolat Sagingereyev al responsabile dell’ente socio-imprenditoriale “Oral”, Mr. Yerzhan Baltayev) ma anche del top management del consorzio KPO, con il vicedirettore generale Mr. Marat Karimov e il Local Business Development Controller, Mr Beibit Sabirov. Di particolare importanza è stato il ruolo giocato dalle associazioni di settore che nell’intervenire all’evento e nel coinvolgere molti dei propri associati. Si tratta di Assomineraria (rappresentata dal presidente del settore Servizi Ing.  Sergio Polito), Animp (vicepresidente Ing. Marco Pepori) e ANIMA (vicepresidente Ing. Carlo Banfi). Oltre cento le realtà imprenditoriali che hanno colto l’invito: tutte aziende italiane operanti settore dell’ingegneria,  della componentistica e dei servizi all’industria dell’Oil & Gas (tra esse, naturalmente, diversi Soci della CCIK). 

4Da parte degli ospiti kazaki, l’obiettivo di questo business forum italo-kazako è stato quello di familiarizzare con le realtà industriali italiane rispetto ai prossimi piani di investimenti del progetto KPO, che ammonterebbero a oltre 10 miliardi di dollari. Si è discusso soprattutto della possibilità di stabilire joint venture  con le aziende kazake: nel suo saluto di apertura dei lavori, il governatore (Akim) Kulginov ha infatti enfatizzato i vantaggi derivanti dalle partnership  italo-kazake nell’acquisire i progetti in Kazakhstan. I partecipanti sono stati quindi invitati ad approfondire le iniziative ed a stabilire i contatti con le controparti kazake che li attendono nel paese centrasiatico. Sul fronte del committente privato KPO, il vicedirettore Karimov ha fatto notare come proprio l’attività sul giacimento di Karachaganak offra le migliori opportunità di investimento estero.  “Oggi” ha affermato Mr Karimov, “stiamo puntando ad accogliere le società italiane di ingegneria e componentistica Oil & Gas che intendano delocalizzare beni e servizi nella Repubblica del Kazakhstan, per avviare una produzione congiunta di beni tecnologici sotto il marchio “Made in Kazakhstan”. E’ anche per questo che contiamo sull’attività della Camera di Commercio Italo Kazaka (CCIK) e le iniziative dell’Ing. Ghirelli per assicurare un contributo organizzativo e comunicativo-relazionale nei confronti dello sviluppo sostenibile dei partenariati italo-kazaki con un ulteriore consolidamento di legami già in essere”, ha concluso Karimov.

3Le iniziative di WPO e KPO sono promosse direttamente dal Governo della Repubblica del Kazakhstan che punta ad un sempre maggiore sviluppo del Local content nel Paese. KPO in particolare si fonda su un impegno che deriva dai contenuti della Dichiarazione di Aktau, di MoU bilaterali siglati nel corso degli anni e del Programma di sviluppo industriale concordato tra KPO, l’Autorità PSA e l’Associazione KAZENERGY. Secondo i dati del primo quadrimestre 2017, la quota di Local content nella produzione di beni, attività e servizi in KPO ha raggiunto il 50%. Nell’insieme degli acquisti e appalti di KPO, questa quota ammonta a oltre 6,2 miliardi di dollari.

2L’ing. Paolo Ghirelli è intervenuto citando il contributo della CCIK a partire dalle attività svolte negli anni per promuovere la costituzione di JV italo-kazake con l’obiettivo di produrre in loco i componenti degli impianti da realizzare nel Paese. Ha ricordato la figura del primo fondatore della CCIK (allora denominata “Associazione Italia Kazakhstan”): il Presidente Agip/eni Ing. Guglielmo Moscato, scomparso di recente. La CCIK è giunta a realizzare l’evento di Milano a partire dagli incontri avuti sin dal 2014 tra Roma, Milano ed Astana con il Ministro dell’Industria Issekheshev, gli accordi tra CCIK e UMMK (l’Associazione nazionale kazaka dei produttori della meccanica guidata dal presidente Mr. Pshembayev), l’ente ministeriale NADLoC (per lo sviluppo del Local content con il presidente Kairat Bekturgenev) e le missioni di queste personalità imprenditoriali e istituzionali kazake in Italia, dove hanno visitato diverse aziende manifatturiere e firmato MoU in occasione della visita del Presidente Nursultan Nazarbayev. “Il passo successivo a questo incontro, ha sottolieanto Paolo Ghirelli “consisterà nel garantire una missione nella Regione del West Kazakhstan  con l’obiettivo di incontrare le realtà imprenditoriali locali”.

Un particolare ringraziamento a tutto lo staff della CCIK, a partire dal Segretario generale Ms Gulsym Joumagoulova, qui presente nelle immagini al tavolo dei relatori all’evento.

KPO & THE ITALIAN MANUFACTURERS LE OPPORTUNITA’ IN KAZAKHSTAN PER LE AZIENDE ITALIANE DEL SETTORE INGEGNERIA E COMPONENTISTICA OIL & GAS

Camera di Commercio Italo Kazaka (CCIK) organizza un incontro tra i massimi rappresentanti del consorzio Karachaganak Petroleum Operating B.V. (KPO) e le aziende italiane operanti nel ramo dell’ingegneria e della produzione di componentistica per il settore Oil & Gas.
KPO e la societa guidata dalle major Eni e Shell e si occupa dello sviluppo del giacimento di Karachaganak, situato a nord-ovest del Kazakhstan, che produce 231 mila barili/giorno di olio e 26 milioni di metri cubi/giorno di gas naturale. Cifre, qtieste, che contribuiscono a collocare il Paese centrasiatico tra i primi dieci produttori al mondo di idrocarburi.
Questa iniziativa si colloca nel quadro della nuova fase di espansione del progetto KPO, che prevede investimenti per un ammontare di 10 miliardi di dollari. Durante I’incontro i vertici di KPO illustreranno alle aziende:
• Le attivita del Consorzio ed i suoi piani di investimento;
• Le opportunity nel progetto per le aziende italiane della manifattura e della fomitura di servizi;
• I benefici delle partnership da instaurare tra le aziende kazake e quelle italiane interessate a sviluppare
iniziative nel Paese.
La CCIK e da tempo in relazione con I’Agenzia nazionale per I’attrazione degli investimenti NADLoC e I’Unione dei produttori meccanici del Kazakhstan LJMMK, che ha piu volte ospitato in Italia per incontri e alleanze con le nostre realta italiane. E sulla base di questi rapporti che CCIK e stata individuata da KPO come riferimento per questa missione.
Trasmettiamo il programma ed i nostri riferimenti, auspicando di ricevere una conferma di vostro interesse all’iniziativa.

Download Programme (English) >>>

Scarica Programma (Italiano) >>>

Presentazione del Padiglione Italia a Expo Astana

Expo Internazionale di Astana

Cattura

Giovedì 4 maggio 2017, dalle 17.00 alle 18.30, avrà luogo alla Farnesina, in Sala Aldo Moro, la presentazione della partecipazione dell’Italia all’Expo Internazionale in programma ad Astana, capitale del Kazakhstan, dal 10 giugno al 10 settembre 2017 sul tema “L’Energia del Futuro”.

L’evento sarà presieduto dal sottosegretario agli Affari Esteri sen. Benedetto Della Vedova, alla presenza dal sottosegretario allo Sviluppo Economico on. Ivan Scalfarotto, e sarà moderato dal direttore generale per la Promozione del Sistema Paese, ministro plenipotenziario Vincenzo De Luca.

Interverranno il commissario di Sezione per l’Italia e ambasciatore ad Astana, Stefano Ravagnan, il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Stefano Bonaccini, il direttore generale di ICE Agenzia, Piergiorgio Borgogelli, il primo segretario dell’ambasciata del Kazakhstan in Italia, Almasbek Zhumadilov.

Il designer del padiglione italiano, arch. Paolo Desideri, e il curatore artistico, arch. Stanislao Cantono di Ceva, illustreranno i contenuti del padiglione che, con i suoi 900 mq, è tra i più grandi dell’intera esposizione e offrirà al visitatore un percorso immersivo nell’evoluzione dell’energia in Italia, dal dopoguerra alle più recenti tecnologie volte a ridurre le emissioni di CO2, aumentare l’efficienza energetica e promuovere le fonti alternative.

Hanno aderito a Expo Astana 104 Paesi e 13 Organizzazioni Internazionali.

L’Italia vi partecipa con un ampio ventaglio di soggetti, coordinati dal MAECI, dal MISE e da ICE/Agenzia in qualità di ente gestore.

Sono sponsor del padiglione italiano il Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, l’ENEA e le seguenti imprese, associazioni e fondazioni: Assolombarda, Bracco, ENEL, Enerco Distribuzione, ENI, Fondazione Alessandro Volta, Expertise/KIOS, Fondazione Milano per Expo 2015, IVECO/CNH Industrial, OICE, SITIE.

Il sistema regionale italiano sarà presente con 15 Regioni sponsor: Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto. Esse si alterneranno ad Astana sulla base di un calendario di “settimane di protagonismo” coordinato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo!

buonanno_2017

Cibi e vini regionali all’Expo in Kazakhstan

cibi-e-vini

All’appuntamento di Astana sono previsti 5 millioni di visitatori da ogni parte del mondo

Grande interesse per la produzione agroalimentare del Friuli Venezia Giulia, da inserire e promuovere in un contesto globale dove sono previsti 5 milioni di visitatori da ogni parte del mondo. Questo quanto emerso dall’incontro che la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha avuto ieri ad Astana con il presidente della societa’ pubblica del Kazakhstan che cura l’organizzazione dell’Expo 2017 Akhmetzhan Yessimov. La presi­dente,            accompagnata dall’ambasciatore italiano Stefano Ravagnan, dopo aver spiegato i termini dell’autonomia speciale di cui la Regione gode anche sul piano delle relazioni internazionali, ha sottolineato il rilevante livello raggiunto dal Fvg nei campi della ricerca e dell’innovazione. In particolare – come ha spiegato la presidente – il Sincrotrone, 1’Area science park, il Centro di fisica teorica Abdul Salam e l’intero sistema della conoscenza regionale potrebbero trovare collocazione all’interno dell’Expo di Astana, che sara’ dedicato al tema delle energie del futuro. Ma il movimento generato da un’esposizione a cui hanno aderito 115 Paesi rappresenta anche un’opportunita’ di promozione per un settore, come l’agroalimentare italiano, la cui domanda anche in Kazakhstan e’ sempre alta. Infatti la manifestazione attirera’ sopratturto un’area di interesse commerciale che va dal Caucaso alla Siberia e che rappresenta una serie di economie consolidate dalla ricchezza di risorse naturali. In quest’ottica l’eccellenza della filiera vitivinicola regionale, unica in Italia, e il primato della qualit’a nei vini bianchi hanno concentrato l’attenzione del pre­sidente Yessimov, che ha invitato il Friuli Venezia Giulia a usufruire del padiglione di Expo 2017 riservato all’Italia per far conoscere la produzione vitivinicola e quella alimentare. La presidente ha poi visitato l’area urbana nella quale stanno sorgendo le strutture di Expo 2017.

Cultura, turismo, innovazione e economia: quattro campi d’azione che saranno oggetto di una collaborazione fra la Regione Friuli Venezia Giulia e la citta’ autonoma di Astana. Questi i termini del Memorandum d’intesa siglato nella capitale kazaka dalla presidente Debora Serracchiani e dal sindaco Aset Issekeshev, alla presenza dell’ambasciatore italiano Stefano Ravagnan.